Add to Wishlist

Gartnerflora

22,00 

Il volume costituisce il risultato di un lavoro intenso e appassionato, certamente non facile, di risistemazione e aggiornamento del saggio Gartenflora des Klimatischen Winter-Kurorts San Remo, ovvero “La flora coltivata nella stazione balneo-climatica invernale di San Remo”, di difficile reperibilità, scritto in lingua tedesca e pubblicato a Lipsia nel 1884 da Carl von Hüttner. Si tratta di un lavoro che meritava non una semplice traduzione, ma un’adeguata integrazione con conoscenze approfondite per inquadrare il turismo a Sanremo, a quell’epoca località divenuta da qualche decennio di primaria rilevanza per i ritmi di crescita, sempre più intensi, essendo in grado di attrarre flussi ingenti di hivernants provenienti da località europee sempre più lontane […] In quest’opera di rimeditazione e di revisione sulla tematica turistica riguardante Sanremo nel penultimo decennio dell’Ottocento, che si articola in tre parti, Claudio Littardi si è avvalso non soltanto dei risultati conseguiti attraverso numerosi studi incentrati sulla realtà sanremese, ma anche di opere di più ampio respiro, che costituiscono la prima parte del saggio e permettono di inquadrare meglio la seconda parte, dedicata alla traduzione della guida dedicata nel 1884 ai giardini sanremesi. […] In tutto il volume il rigore metodologico si coniuga ad una non comune chiarezza strutturale ed espositiva. Il saggio, di alta divulgazione scientifica, è meritevole di essere proposto non soltanto al lettore interessato alla conoscenza tematica della flora riguardante i giardini e i parchi sanremesi di fine ‘800, ma anche a tutti coloro che desiderano approfondire le connotazione del turismo sanremese negli anni della Belle Époque.

Dalla Presentazione di Giuseppe ROCCA

L’Ottocento è il secolo che vede arrivare in Italia un numero notevole di piante da tutti i continenti, in particolare da quello australiano. Australia e Nuova Zelanda, per essere state esplorate da meno di un secolo, rappresenteranno fonti di meraviglie vegetali da studiare, sperimentare, acclimatare e possibilmente coltivare. Nello stesso periodo, il Sud Africa, il Centro e Sud America continuano a fornire piante nuove da introdurre non solo nei giardini ma altresì per arricchire collezioni di orti e giardini botanici. In seguito alla stagione del Gran Tour, lo stesso secolo vede arrivare in Italia da tutta Europa in specie dalla Gran Bretagna e dalla Germania – famiglie facoltose che prenderanno casa nei siti balneari, climaticamente adatti a superare, dilettandosi, i rigori invernali dei paesi di provenienza. Nel nord a sud del Paese, siti privilegiati saranno la Riviera Ligure, la Costiera Amalfitana con le isolette vicine, e la Sicilia. In questo scenario, la Liguria regione marittima più prossima ai più ricchi paesi europei costituiră meta privilegiata. Sulla Riviera Ligure, esempi notevoli di ville se ne conteranno a centinaia a Ventimiglia, Bordighera, Ospedaletti e Sanremo, Imperia, Alassio, Sant’Olcese. Nella stessa regione, il processo interesserà la campagna attorno alle località balneari dove i giardini preesistenti verranno anche trasformati in giardini all’inglese, in alcuni casi sede presso cui sviluppare anche il collezionismo botanico e l’acclimatazione di piante esotiche, poi in parte coltivate in larga parte della regione. […] Sanremo, negli ultimi due decenni dell’800 e i primi due del ‘900, vivrà dunque una grande trasformazione, la stessa che interesserà altre rinomate località della Riviera di Ponente. Riflesso di questo attivo processo è la realizzazione di numerose residenze signorili sorte a est ed ovest del centro abitato. Sono gli anni in cui la Città diviene il centro della Up Society internazionale. Gli Inglesi, in particolare, saranno il motore del cambiamento che in Italia interesserà non solo la costa ligure ma anche la Costiera Amalfitana e la costa ionica della Sicilia. La città ligure vede edificate ben 450 ville. Fra queste anche Villa Parva che il barone von Hüttner si farà costruire assieme ad un rinomato giardino dove introduce piante di tutti i generi. In esso, come viene documentato in questo volume di Claudio Littardi ed Alessandro Giacobbe, si coltiva un numero notevole di specie e varietà botaniche, molte delle quali anche rare e indeterminate: un numero certamente considerevole rispetto a quello di cui oggi possiamo avere contezza.

Dallo Scritto introduttivo di Francesco Maria RAIMONDO

Esaurito

Generalmente spedito in 2-3 giorni lavorativi
Pagamento sicuro e protetto
SKU: 9788894714869
Category:

Claudio Littardi – Alessandro Giacobbe

La lente del barone von Hüttner sui giardini di Sanremo durante la Belle Epoque

Informazioni aggiuntive

Peso 0,64 kg
Dimensioni 14,5 × 21 × 2 cm
Editore

Genere

Collana

Formato

Pagine

Data di pubblicazione

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Gartnerflora”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare…

Quick View
Add to Wishlist
Aggiungi al carrelloView cart
Quick View
Add to Wishlist

Glossario etimologico del dialetto di Badalucco

16,00 
Costante Lanteri
Aggiungi al carrelloView cart
Quick View
Add to Wishlist
Aggiungi al carrelloView cart

Glossario etimologico del dialetto di Taggia

16,00 
Costante Lanteri e Silvano Balestra
Quick View
Add to Wishlist

Glossario etimologico del dialetto di Taggia

16,00 
Costante Lanteri e Silvano Balestra
Aggiungi al carrelloView cart
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna al negozio
    ×